Meteo Brasile



Spiacenti no dati disponible!



Data powered by

 

Il Calcio Brasiliano

Si sa, quando si parla di calcio si ha sempre in mente il Brasile, non perché esso sia nato proprio qui (il calcio nasce per la verità in Inghilterra), ma proprio perché qui la tecnica si è sviluppata a tal punto da rendere i giocatori i più forti del mondo.


Il Campionato Brasiliano di Calcio effettivamente è nato in epoca abbastanza recente rispetto ai campionati europei. Esso prende vita nel 1971 anche se in precedenza venne organizzato un torneo similare chiamato Torneo Roberto Gomes Pedrosa e la Taca Brasil per scegliere quale squadra avrebbe partecipato alle competizioni internazioni della CONMEBOL.
Il campionato appunto è un’insieme di tornei nazionali istituiti dalla Confederação Brasileira de Futebol (CBF), come in Italia i campionati sono suddivisi in varie categorie: per il momento si tratta di 3 categorie, ma da quest’anno se ne aprirà una quarta. Tornando alla storia del campionato di calcio brasiliano, agli inizi vennero disputati solo due tornei, uno per la prima e uno per la seconda divisione. Solamente nel 1973 le squadre vennero riunite dalla CBD a disputare un unico torneo.


Nonostante la riunificazione, le squadre brasiliane erano evidentemente troppo numerose per far parte di un solo campionato. Nel 1980 la prima divisione fu composta da sole 40 squadre, mentre le restanti 56 vennero distribuite in un secondo livello chiamato Taca de Prata. Successivamente dal 1988 al 1992 venne introdotto un terzo livello anche se molto spesso non vi erano abbastanza squadre per arrivare a fine stagione.
Finalmente in epoca recente, nel 1996 la CBF riorganizzò nuovamente i campionati e nella prima categoria furono accettate solamente 32 squadre mentre tutte le altre disputarono un torno per la disposizione nelle altre categorie.
Nel 2006 finalmente si arrivò definitivamente alla formalizzazione delle categorie, la CBF stabilì che le categorie dovevano essere 3 e che sarebbero state nominate come: Série A, Série B (20 squadre) e Série C (64 squadre). Tra poco nel 2009 verrà inserita anche una Série D composta da altre 40 squadre.
Dal punto di vista pratico le prime quattro squadre della Série A hanno l’opportunità di accedere alla Coppa Libertadores (una sorta di Champions League Sud Americana), le squadre dalla quinta alla dodicesima classificata accedono alla Coppa Sudamericana (il corrispettivo della UEFA europea). Ovviamente le ultime quattro classificate della Série A retrocedono in B.


Le squadre che oggi fanno parte della Série A sono: Atlético Mineiro, Atlético Paranaense, Botafogo, Coritiba, Cruzeiro, Figueirense, Flamengo, Fluminense, Goiás, Grêmio, Internacional, Ipatinga, Náutico, Palmeiras, Portuguesa, Santos, San Paolo, Sport, Vasco da Gama, Vitória.

Ma la squadra più famosa del Brasile quando si parla di Calcio è l’incredibile Seleção Brasileira de Futebol, unica nazionale ad aver vinto ben 5 titoli mondiali nella storia del calcio. Precisamente i titoli vennero vinti nel 1958, 1962, 1970, 1994, 2002 ma ancora tutt’oggi è considerata la nazionale più forte del mondo. Essa è ancora l’unica nazionale al mondo ad aver avuto accesso a tutte le fasi finali del campionato mondiale. Oltre alle cinque coppe del mondo i brasiliani possono vantare di ben 8 Coppe America e due Confederations Cup.
La Nazionale brasiliana nacque nel 1914 e vinse subito con la squadra inglese dell’Exeter City per ben 2 a 0, da lì un susseguirsi di trionfi.
Nel corso degli anni gli spogliatoi delle più grandi società di calcio brasiliane crescono incredibili campioni come i famosissimi Pelè, Zico, Falcao, Romario, ma ancora Ronaldo, Ronaldinho, Rivaldo, Kakà ed ultimamente il fenomeno del Milan Pato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Cerca su Brasile.Net

Sondaggio Sul Brasile

Vorresti fare un viaggio a:

View Results

Loading ... Loading ...